Comitato Donne 100 Celle e Dintorni

Uno spazio delle donne, per le donne

GIORNATA DI RIFLESSIONE SULLA VIOLENZA

Posted by donne100celledintorni su maggio 2, 2010

1 Marzo 2009 –  Comitato Donne 100celle& Dintorni

nel “Bar delle Donne” c/o Lsa100celle

Il tema della violenza verso le donne ha radici molto profonde nella società, e nella storia dell’umanità.

E’ indispensabile leggere e analizzare le violenze verso le donne all’interno di una visione complessiva della società contemporanea, che attua il dispiegare di questa violenza: nel sistema educativo, nel sistema economico, nei modelli di relazione, nella politica, negli strumenti e nell’uso della comunicazione, sui luoghi di lavoro.

Viviano in una società violenta e le donne come soggetto storicamente oppresso e subordinato dal modello patriarcale sono oggi le più sfruttate dal capitalismo globale, diventando tra le prime e facili obiettivi da colpire.

Questo bombardamento mediatico sugli ultimi casi di violenza sessuale consumati verso le donne è solo il riflesso e il prodotto di un ulteriore violenza ai danni delle donne e dell’intera società.

Le cronache crude degli stupri, consumati in tutta la città negli ultimi giorni, strumentalizzate su derive xenofobe, fasciste e autoritarie, ci spaventano e distraggono. La pervasività dei mezzi di comunicazione attraverso immagini stereotipate e di facile strumentalizzazione ci nascondono:

– la violenza di un sistema economico fortemente diseguale (tra l’altro in profonda crisi)

– la violenza di un sistema educativo che tende sempre di più a omologare un sapere e non a liberare la conoscenza

– la violenza nella destrutturazione dei diritti conquistati sul lavoro

Per questo le espressioni di violenza verso le donne ci coinvolgono tutti, coinvolgono tutte le realtà umane collettive che vogliono proporre alternative all’attuale modello di società.

Nel nostro paese, siamo di fronte alla caduta di rappresentatività dei politici e della politica, le poche esperienze sperimentate di democrazia locale diretta e partecipativa vengono frustrate dall’amministrazione comunale. E’ oramai evidente l’avanzare di orientamenti politici che stanno facendo della società una massa uniforme e stereotipata da manipolare.

L’avanzare della diffidenza, dell’isolamento, dell’omologazione, dello stordimento del pensiero critico, dello svilimento dell’arte, della creatività, dell’appiattimento culturale, il persistere dei privilegi dei pochi, dei modelli di competizione ed esclusione porteranno inevitabilmente ad un crescere delle violenze.

E’ fondamentale costruire e resistere con alternative

Le donne, come gli immigrati, i lavoratori precari, sono le realtà sociali su cui si sta operando questa violenza strutturale della nostra società.

Nonostante si siano raggiunti dei risultati grazie alle lotte delle donne nel corso di tutto lo scorso secolo, e realmente nella vita quotidiana siano profondamente cambiati i ruoli della donna e quindi in alcuni ambiti anche la percezione del contributo che le donne possono apportare alla società, è facile che queste conquiste, come già sta avvenendo, siano messe in discussione e cancellate.

Per questo come donne libere vogliamo ripartire dai diritti delle donne, di tutte le done italiane, straniere, immigrate, clandestine, precarie, disoccupate, è una lotta per i diritti delle done ed una sfida per una società più giusta.

– Miglioramento dei servizi nei Consultori

– Introduzione dell’educazione sessuale e la diversità di genere nelle scuole

– Diritti sul lavoro

– Creazione di gruppi di studio e comunicazione di e con le donne nelle loro condizioni di vita quotidiana in Italia e nel Mondo

– Sviluppo di nuove forme di socialità, di relazioni, di espressione artistica e di autonomia nel lavoro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: