Comitato Donne 100 Celle e Dintorni

Uno spazio delle donne, per le donne

  • Calendario

    dicembre: 2017
    L M M G V S D
    « Apr    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031
  • Autori

  • Archivio articoli

  • Archivio sezioni

CHI SIAMO

Il COMITATO DONNE 100CELLE E DINTORNI nasce in modo spontaneo durante la preparazione della manifestazione contro la violenza patriarcale del 24 novembre 2007 per ricreare e reinventare una rete di solidarietà di donne nella vita quotidiana.

Il comitato e’ luogo di incontro, di dibattito, di solidarietà, di scambio e di trasformazione della realtà delle donne, di ogni cultura e provenienza, che vivono nella periferia sud-est di roma

Il gruppo si costituisce come luogo di confronto tra donne che possa far convergere in momenti aggregativi lo sviluppo di attività di intervento sociale, di tutela dei diritti e di promozione delle soggettività femminili sul territorio, a partire da una dimensione locale verso una concreta solidarietà internazionale.

Il comitato e’ luogo di incontro, di dibattito, di solidarietà, di scambio e di trasformazione della realtà delle donne, di ogni cultura e provenienza, che vivono nella periferia sud-est di roma

Il gruppo si costituisce come luogo di confronto tra donne che possa far convergere in momenti aggregativi lo sviluppo di attività di intervento sociale, di tutela dei diritti e di promozione delle soggettività femminili sul territorio, a partire da una dimensione locale verso una concreta solidarietà internazionale.

Di seguito elenchiamo le principali iniziative pubbliche e territoriali a cui abbiamo partecipato

24 Novembre 2007: Partecipazione alla manifestazione nazionale contro la violenza verso le donne, Roma

8 Marzo 2008: Presenza con banchetti informativi su via dei castani, diffusione di materiali su consultori, centri anti-violenza, diritti delle donne straniere.

16marzo; 11maggio 2008: Realizza due pranzi di raccolta fondi, in collaborazione con l’associazione ProgettoSur Onlus e il Laboratorio Sociale Autogestito 100celle, per il sostegno alle attività del gruppo di donne “Espacio de Mujeres” interno al movimento popolare “Frente Popular Dario Santillan” di Buenos Aires

18 maggio 2008: Assemblea pubblica, per la presentazione del comitato a livello cittadino, la programmazione di attività congiunte e di condivisione con altri collettivi e gruppi di donne organizzate sui territori

28 maggio 2008: presidio sotto la ASL di p.zza dei Mirti, per monitorare la scelta di accorpare[1] il consultorio presente a p.zza dei Mirti con il consultorio di Via delle Resede, apertura di un tavolo di confronto con la dirigenza ASL e le dottoresse del consultorio.

22 novembre 2008: Partecipazione alla manifestazione nazionale contro la violenza verso le donne, Roma

14 gennaio 2009: Partecipa e aderisce all’iniziativa e mobilitazione pubblica 100celle per gaza insieme al Forum Palestina e altre realtà territoriali cittadine…

19 febbraio 2009: partecipa all’incontro pubblico-presidio e all’assemblea aperta di donne indetta dal IX Municipio nel parco della caffarella, in risposta all’episodio di stupro consumato il 14 febbraio in pieno giorno nel parco cittadino ai danni di una ragazza di 15 anni

1 marzo 2009: Apre lo “Spazio Donne” con il “Bar delle Donne” uno spazio permanente “di genere” all’interno del laboratorio Sociale autogestito 100celle, in Viale della primavera 319b, lo spazio si presenta come luogo di confronto e momento d’aggregazione per l’espressione, la proposta, la creazione artistica, politica e ludica delle donne.

7 marzo 2009: prende parte alla stesura della piattaforma “Unite Contro la Violenza” e al corteo cittadino per la giornata internazionale delle donne.

8 marzo 2009: organizza il pranzo di autofinanziamento a sostegno del reparto ginecologico dell’ospedale di “Al Awa” in Gaza, Palestina

6 aprile 2009: interviene con un documento e un intervento a difesa della L.194, per il rifiuto della proposta di iniziativa consiliare a firma del Consigliere del PdL Bianconi, in discussione nel consiglio municipale del VII Municipio

10 e 31 maggio 2009: organizza insieme all’UPTER, Università Popolare di Roma, i “laboratori autobiografici su esperienze di dialogo tra generi: percorsi di donne e di uomini per riscrivere e trasformare l’identità di genere e trovare nuove forme di co-esistenza” all’interno delle attività dei progetti: European Memories (www.europeanmemories.eu) – Stories of a Possible Europe –Stories of a Possible Worlds (www.powos.org ).

11 ottobre 2009: Organizza la giornata di solidarietà con la popolazione abruzzese e il pranzo di raccolta fondi per sostenere la riapertura del centro anti-violenza della provincia dell’Aquila all’interno della campagna lanciata dalle DonneManifeste.

28 novembre 2009: partecipa alla manifestazione nazionale contro la violenza verso le donne, Roma

[1]Questo accorpamento fa si che il numero dei consultori sul territorio del VII municipio scenda da 4 a 3, numero decisamente sotto-dimensionato rispetto alle esigenze del territorio (il territorio VII municipio dovrebbe avere almeno 6 consultori attivi)


Diventa fan del Comitato su Facebook!

IL COMITATO DONNE 100CELLE E DINTORNI E’ LUOGO DI INCONTRO, DI DIBATTITO, DI SOLIDARIETÀ, DI SCAMBIO E DI TRASFORMAZIONE DELLA REALTÀ DELLE DONNE, DI OGNI CULTURA E PROVENIENZA, CHE VIVONO NELLA PERIFERIA SUD-EST DI ROMA.

 

E’ nostra convinzione:

– che debba essere riaffermato, con forza, il rispetto, al di là del credo e della cultura, della libertà di scelta della donna in materia di salute, sessualità e maternità, senza nessuna ingerenza da parte di Chiesa, istituzioni, medici e politici;

– che debba essere cancellata, con tutti gli strumenti possibili, la violenza, sopratutto domestica degli uomini, prima causa di morte delle donne nel nostro paese. Ripudiamo ogni violenza fisica e psicologica contro le donne e riteniamo necessaria l’apertura di nuovi centri anti-violenza nei nostri territori;

– che sia riconosciuto e rispettato per tutti il diritto al lavoro e al giusto reddito e che debba essere affrontata con determinazione la lotta alla povertà che colpisce sempre più persone e le donne in particolare;

– che i quartieri in cui viviamo debbano avere meno centri commerciali e più piazze e giardini dove incontrarsi, più asili, ludoteche, centri adolescenti e centri multiculturali, consultori e centri donna, piste ciclabili e parchi attrezzati, cinema, teatri, servizi ai cittadini di tutte le età e provenienze;

– che possa essere realizzato il diritto umano ad una vita migliore per tutte/i , in cui al centro non ci sia il denaro e i consumi, ma il tempo a disposizione per le relazioni umane e sociali, per fare nuove esperienze, per la solidarietà, per creare e gioire di questa bella cosa che è la vita;

– che i consultori, nati dalle lotte delle donne degli anni passati, per tutelare la salute, non siano dei semplici ambulatori ma degli spazi aperti. Punti di riferimento di solidarietà e ascolto per donne, giovani e adulte, italiane ed immigrate, dove sia possibile promuovere iniziative nel territorio e nelle scuole, sui temi legati ad una cultura di genere, al benessere delle donne, e ad una corretta, educazione affettiva e sessuale.

VOGLIAMO INSIEME A TUTTE LE DONNE DEL QUARTIERE CAMBIARE LE COSE CHE NON CI PIACCIONO, PERCHÉ INSIEME SI È PIÙ FORTI E CAPACI DI TRASFORMARE LA REALTÀ.


Annunci
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: